All'ombra dei cipressi... Omaggio a Dante Alighieri

Firenze in memoria dei poeti

Venerdì 14 ottobre è stato inaugurato a Santa Croce il progetto All'ombra dei cipressi... Firenze in memoria dei poeti, con una cerimonia in omaggio di Dante organizzata dalla Società Ricreativa L'Affratellamento.

Il Sommo Poeta è stato omaggiato con la deposizione ai piedi del Cenotafio di un cipresso, simbolo di vita ed eternità, e con letture a cura dell'esperto dantista Lorenzo Bastida, accompagnato da due musicisti d'eccezione: il M° Pietro Horvath, già Primo violino del Maggio Musicale Fiorentino e il M° Paolo Zampini, già Direttore del Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze e curatore del programma musicale del progetto.

L'evento è il primo di tre appuntamenti all'interno della rassegna che si svolgeranno in basilica: il prossimo 2 dicembre sarà dedicato al genio poetico di Michelangelo Buonarroti, mentre il 17 marzo 2023 verrà celebrato Ugo Foscolo, che con i suoi Sepolcri ha consacrato la basilica di Santa Croce come il "tempio delle itale glorie".

Il progetto

Partendo dall'idea di memoria condivisa, il progetto, nato durante il lockdown, si propone di rendere omaggio a 8 poeti, fiorentini non solo di nascita, che hanno scelto di restare a Firenze oltre il tempo vissuto. Il programma consiste in 8 appuntamenti presso il Teatro L'Affratellamento preceduti da altrettante visite nei luoghi di sepoltura dei poeti scelti: oltre a Dante Alighieri saranno omaggiati Lorenzo De' Medici alle Cappelle Medicee, Michelangelo Buonarroti e Ugo Foscolo in Santa Croce, Dino Campana alla Pieve di Badia a Settimo, Elizabeth Barret Browning al Cimitero degli Inglesi, Eugenio Montale al Cimitero di San Felice a Ema e Mario Luzi presso la Prioria di San Michele a Castello.