Vai al contenuto principaleVai al footer
Il Volterrano, “Putto”, particolare di “Incoronazione della Vergine”, 1653-1661, affresco. Firenze, Santa Croce, transetto sinistro, cappella Niccolini

Scuole

Santa Croce offre molteplici spunti per le gite di istruzione delle scuole di ogni ordine e grado. Grazie al suo vasto patrimonio culturale, improntato a valori religiosi e laici, i docenti possono approfondire “sul campo” temi trattati in classe inerenti la storia, la letteratura, l’arte e la cittadinanza.

Portale scuole

Visita il “portale scuole” sulla nostra biglietteria online per prenotare la visita e accedere alle modalità di pagamento riservate alle gite di istruzione.

Visite didattiche

Per le scuole sono disponibili anche dei percorsi didattici dedicati.
Le iniziative sono rivolte a classi di minimo 15 studenti fino a un massimo di 30.
I percorsi sono parzialmente accessibili ai portatori di disabilità motoria per la presenza di gradini davanti alle cappelle interessate dalla visita. Gli insegnanti dovranno comunicare in anticipo eventuali disabilità motorie per poter segnalare tempestivamente le modalità di accesso al complesso.

I capolavori di Santa Croce

Grazie a questa visita, gli studenti sono introdotti alla storia del complesso monumentale di Santa Croce e alle principali opere d’arte in esse comprese. 
Le visite durano 70 minuti e sono disponibili in italiano e in inglese.

Percorsi tematici e laboratori

Gli studenti possono scoprire Santa Croce attraverso gli speciali percorsi e i laboratori didattici realizzati appositamente per le scuole.

Lingua: italiano
Durata: 90 minuti
Orario: dal lunedì al sabato, 11:00-13:00; 14:30-16:00

  • Disegno il mio nome. Il linguaggio degli stemmi
    Destinatari: Scuola primaria

    Partendo da esempi attuali e di immediata comprensione, si passa a quelli di Santa Croce per poi concentrarsi sugli elementi principali del linguaggio araldico.
    Nel laboratorio, la classe è introdotta al mondo degli stemmi partendo da esempi attuali e di immediata comprensione per poi passare a quelli di Santa Croce e concentrarsi sugli elementi principali del linguaggio araldico (colori, ripartizione degli scudi, principali raffigurazioni, ecc.)
    I blasoni scelti in Santa Croce mostrano quanto queste immagini permeassero ogni aspetto sociale: dagli stemmi familiari a quelli personali, da quelli laici a quelli religiosi, da quelli delle corporazioni a quelli degli enti. Grazie a un approccio interdisciplinare, il discorso sull’araldica si amplia ad altri ambiti quali arte, storia, geografia, cittadinanza e storia del diritto. Il linguaggio, gli esempi scelti e il dettaglio dei contenuti sono modellati sulle caratteristiche cognitive e di apprendimento delle diverse età degli studenti.
    Gli studenti sono poi invitati a inventare il proprio stemma, per assorbire attraverso il processo creativo le modalità del linguaggio araldico.


  • Giotto. Pittore a Santa Croce e imprenditore a Firenze
    Destinatari: Scuola primaria e Scuola secondaria di 1° e 2° grado

    La vicenda artistica e umana di Giotto diventa il filo conduttore per raccontare la nascita di Santa Croce, il rapporto tra il messaggio di san Francesco e i ricchi committenti, la storia dell’Ordine dei Frati Minori e quella di Firenze.
    Durante la visita guidata è illustrato il contesto storico in cui l’artista ha operato, evidenziando la struttura sociale, il dinamismo economico e la realtà culturale fiorentina tra XIII e XIV secolo.
    Saranno analizzate le opere espressamente commissionate per Santa Croce e la modalità di fruizione della chiesa in epoca medievale.
    In particolare sono evidenziati: il ruolo dell’artista, la struttura delle botteghe e la dimensione imprenditoriale di Giotto. Il linguaggio, gli esempi scelti e il dettaglio dei contenuti sono modellati sulle caratteristiche cognitive e di apprendimento delle diverse età degli studenti.


  • Alfieri, Dante, Galilei, Machiavelli e Michelangelo. Il tempio di Santa Croce secondo Foscolo
    Destinatari: Scuola primaria e Scuola secondaria di 1° e 2° grado

    Partendo dal carme Dei Sepolcri di Ugo Foscolo, sono illustrati i monumenti dei Grandi presenti in Santa Croce, spiegando il linguaggio figurativo con cui le biografie dei personaggi sono tradotte in simboli e allegorie. Si analizzano, inoltre, le modalità di selezione dei tratti distintivi di ogni personaggio a seconda dei contesti storici.
    L’obiettivo finale della visita dialogica è di approfondire i concetti di memoria pubblica e di modello. Su indicazione dell’insegnante è possibile approfondire un personaggio.

DaD - didattica a distanza

Dato il difficile momento che stiamo attraversando, l’Opera di Santa Croce ha deciso di realizzare la piccola guida Disegno il mio nome. Il linguaggio degli stemmi e di renderla disponibile gratuitamente agli insegnanti e ai genitori.

Ispirato dal nostro laboratorio didattico, questo testo permette ai bambini di avvicinarsi all’araldica e attraverso questa alla storia di Firenze e di Santa Croce. L’obiettivo finale è quello di fissare i punti principali del linguaggio araldico attraverso un approccio ludico: il bambino è invitato a creare il proprio personalissimo scudo araldico, con l’aiuto di un insegnante o di un genitore, riflettendo così sulle modalità di costruzione degli stemmi e, per riflesso, dei moderni logo.

Chiavi della Città

L’Opera di Santa Croce aderisce a “Le Chiavi della Città”, il progetto con cui il Comune di Firenze promuove l’offerta di percorsi educativi e formativi integrativi della didattica rivolti alle scuole fiorentine.